Ecco come accamparsi in salotto.

Chi ha mai detto che per dormire in tenda si deve andare all’aperto? Se fuori c’è burrasca, l’ideale è un campeggio indoor. Anche nella tenda più piccola c’è posto!

Cosa serve

  • Vecchie stoffe (lenzuola, tende, asciugamani, ecc.)
  • Stanghe (bastoni reggitenda, bastoni telescopici, barre per tenda)
  • Corde
  • Chiodini (da usare con parsimonia)
  • Fantasia (dato che ogni stanza è un caso a sé, non ci sono regole generali)

Tenda-letto

Il letto è il posto ideale per una tenda indoor. Stendere sopra il letto e fissare con corda e chiodi un tetto di stoffa, che si possa aprire e chiudere.

Tenda a baldacchino

Un baldacchino protegge dalle zanzare e in più crea un’atmosfera magica. Basta legare tra loro un paio di vecchie tende e fissare il nodo con alcuni chiodi al soffitto per trasformare il letto in un palazzo da 1000 e una notte. Funziona anche con un divano.

Tenda parasole

A cosa serve un ombrellone quando piove? A costruire una tenda, ovviamente! Basta appendere tutt’intorno all’ombrellone vecchie lenzuola o asciugamani e poi nascondersi dentro!

Accampamento

Se arrivano i bambini in vacanza od ospiti, per la notte è consigliabile la variante accampamento. Tirare una corda sopra ogni materasso, materassino o sacco a pelo e stendervi un lenzuolo che arrivi fino a terra: in un attimo ciascuno avrà la propria tenda.

Tenda da beduini

Per alcuni è una piccola stanza, per altri una grande tenda. Soprattutto i locali di piccole dimensioni sembrano più grandi quando li si rimpicciolisce ulteriormente. Fissare il tetto di una tenda al soffitto e lasciarlo cadere lungo le pareti. Fissarlo poi qua e là: in un attimo la tenda da beduini è pronta.

Tenda da tavolo

Distendere un paio di tovaglie sopra il tavolo, in modo che arrivino fino a terra e lo nascondano completamente. Un piccolo svantaggio: per l’ora di cena la tenda va smontata.

× Vicino