Ecco come percorrere la storia svizzera.

Miti, leggende, saghe di eroi: la storia della Svizzera è ricca di episodi e personaggi avvincenti. Fai un viaggio a ritroso nel tempo, visitando località di interesse storico.

1291, Via della Svizzera, il sentiero di Guglielmo Tell: Grütli – Bauen (UR)

L’escursione storica inizia sul praticello del Grütli, la culla della Svizzera, e si snoda per circa 9 chilometri fino a Bauen. La vista è letteralmente spettacolare. Chi ammira il panorama dal balcone di Schiller, sulla Marienhöhe presso Seelisberg, vede lo stesso scenario che si dischiude agli occhi dei parlamentari di Berna. Con una differenza: questo è l’originale! Il pittore ginevrino Charles Giron ha immortalato la storia di Tell, proprio da questa prospettiva, nell’affresco che orna la sala del Consiglio nazionale.

Tempo di percorrenza: 3h15
Lunghezza: 9 km
Difficoltà: media

1315, escursione di Morgarten: Morgarten – Unterägeri (ZG)

700 anni fa la Confederazione combatteva gli Asburgo a Morgarten presso il lago di Ägeri. La leggenda narra l’eroismo dei soldati elvetici, numericamente inferiori agli austriaci e quindi condannati a soccombere. Sfruttando l’oscurità della notte e le asperità del terreno, i valorosi fanti di Svitto riuscirono a cogliere di sorpresa le forze asburgiche e a sbaragliarle. Lungo il bel percorso che costeggia il lago di Ägeri, la storia, ormai priva dei suoi aspetti cruenti, diventa palpabile. Da Morgarten a Unterägeri il sentiero passa davanti al monumento commemorativo dedicato agli eroi della battaglia.

Tempo di percorrenza: 2h
Lunghezza: 8,5 km
Difficoltà: facile

Medioevo, Via Salina, tratto Yverdon-les-Bains – Ste-Croix (VD)

Ancora oggi si possono ammirare i maestosi edifici lungo quella che un tempo, fino al 19 ° secolo, era la via principale per l’approvvigionamento della repubblica di Berna con il sale proveniente dalle saline delle Franca Contea. La Via Salina ripercorre il tragitto che i carichi di sale percorrevano dall’Arc-et-Senans nel Giura francese fino a Berna e collega due luoghi dichiarati dall’Unesco patrimonio culturale dell’umanità. Un vero consiglio da insider: l’antica Via Salina è pressoché intatta nei pressi di Vuitebœuf, nel Giura vodese. Sono ancora perfettamente visibili i solchi lasciati sul selciato dalle ruote dei carri carichi di sale.

Tempo di percorrenza: 5h30
Lunghezza: 18 km
Difficoltà: media

Medioevo, Les Bisses, storiche vie d’acqua (VS)

Il Vallese è una delle regioni più aride della Svizzera. Per rendere fertili queste zone è stato necessario irrigarle mediante un sistema di vie d’acqua chiamate Bisses o Suonen. Questi canali scorrono in parte lungo pareti rocciose molto ripide. I più antichi risalgono al tempo dei romani. Oggi diverse escursioni permettono di seguire il percorso spettacolare di queste vie d’acqua.

A Botyre puoi visitare il museo vallesano dei canali d’irrigazione (musee-des-bisses), in cui, su una superficie di 270 metri quadrati, viene narrata la storia delle cosiddette «Bisses» o «Suonen».

Percorsi culturali regionali

I percorsi ViaRegio sono itinerari tematici e storici attraverso i più bei paesaggi culturali della Svizzera. Nei prossimi anni la rete verrà notevolmente ampliata. Ecco qui di seguito alcune proposte:

Via dell’Appenzello (AI/AR)

Appenzell – Urnäsch
Tempo di percorrenza: 3h45

Chemin des Anabaptistes (BE)

Sonceboz – Pierre Pertuis – Sonceboz
Tempo di percorrenza: 4h25

ViaRegio Grindelwald (BE)

Il mondo dei ghiacciai di Grindelwald, Bäregg
Tempo di percorrenza: 4h40

Via dei Walser, Grigioni (GR)

Obermutten – Andeer
Tempo di percorrenza: 4h15

ViaRegio Aare – Reno (AG)

Kapellenweg
Tempo di percorrenza: 1h30

× Vicino