Ecco come reagire all’attacco di un orso.

Immagina di essere in un parco nazionale e di ritrovarti faccia a faccia con un orso. Che fare?

Ecco alcuni consigli

  • Cerca di sembrare più grande di quanto sei in realtà. Solleva le braccia sopra la testa e divarica un po’ le gambe.
  • Evita di guardarlo negli occhi: l’orso interpreta il contatto visivo come una minaccia. 
  • Se vedi un orso da lontano, non fare rumore. Gli orsi piccoli possono spaventarsi, ma quelli grandi sono incuriositi dai rumori e si avvicinano per controllare.
  • Di notte puoi puntare una lampada frontale o una torcia potente negli occhi dell’orso. Al buio o in condizioni di luce scarsa puoi usare anche il flash della macchina fotografica per accecarlo. 
  • In linea generale cerca di mantenere la calma e non scappare in nessun caso. I predatori che cacciano la preda per sopravvivere reagiscono automaticamente al movimento e la corsa innesca in loro l’istinto innato alla caccia. Ricorda che un orso può correre fino a 64 km/h, tu no!
  • Salire su un albero per mettersi al sicuro non è sempre una buona idea: l’orso labiato e l’orso nero sono in grado di arrampicarsi molto velocemente sugli alberi. Per fortuna queste specie non vivono da noi. 
  • Mantieni sempre una certa distanza tra te e l’orso. Cerca di posizionarti dietro un ostacolo di grandi dimensioni, come un albero o un masso.

In bocca al lupo!

× Vicino