Ecco come fare una gita in tandem.

Doppia forza, doppio divertimento, fatica dimezzata e l’opportunità di intrattenersi insieme: viaggiare in tandem è un cult.

Doppia forza, doppio divertimento, fatica dimezzata e l’opportunità di intrattenersi insieme: viaggiare in tandem è un cult.

Andare in tandem è meno faticoso che andare su una normale bicicletta, perché la resistenza al rotolamento è quella di una bicicletta singola, ma la forza fisica disponibile è doppia. Date le sollecitazioni elevate cui è sottoposto il veicolo, numerosi componenti del tandem necessitano di particolare stabilità. I tandem sono disponibili in varie versioni, ad esempio come bicicletta reclinata o tandem per più di due persone. I tandem per tre persone si chiamano «tridem» o «tripletta».

Sapevi che...

il tandem più lungo è stato costruito nel 2002 da due olandesi e misura 28,4 m?

Ecco come giocare a palla prigioniera bagnata.

Les jeux avec des bombes à eau sont délicieusement rafraîchissants. Essayez celui-ci.

Les jeux avec des bombes à eau sont délicieusement rafraîchissants. Essayez celui-ci.

  • Il campo da gioco viene suddiviso in due parti uguali.
  • Un giocatore per squadra si reca nell’area dei prigionieri della squadra avversaria, ovvero dietro la linea tracciata in fondo a ciascuna metà del campo.
  • I giocatori delle due squadre cercano quindi di colpire gli avversari con un palloncino ad acqua, senza lasciare la propria metà del campo.
  • Chi è colpito deve lasciare il campo e recarsi nell’area dei prigionieri della squadra avversaria. Da lì può continuare a lanciare i palloncini per colpire gli avversari.
  • Chi riesce a fermare un palloncino al volo, non viene fatto prigioniero.
  • Perde la squadra che per prima non ha più giocatori in campo.
  • Chi riesce a colpire un avversario dall’area dei prigionieri, può tornare in campo.
Ecco come immergersi correttamente.

Lo snorkeling è una disciplina a sé: si distingue tanto dal nuoto quanto dall’immersione subacquea. Ecco come si fa.

Lo snorkeling è una disciplina a sé: si distingue tanto dal nuoto quanto dall’immersione subacquea. Ecco come si fa.

Maschera

All’acquisto della maschera da snorkeling assicurati che aderisca bene al tuo viso. Ecco come testare se una maschera va bene per te o meno: premi la maschera sul tuo viso e cerca di fare in modo che rimanga attaccata alla pelle inspirando dal naso. Se resta attaccata è della misura giusta.

Ecco come far uscire l’acqua dal boccaglio

Se ti è entrata troppa acqua nel boccaglio, lascia scorrere una parte dell’acqua sotto la lingua. Grazie a questa tecnica non dovrai neanche riemergere dal pelo dell’acqua. Ecco come fare.

  1. Solleva la lingua e cerca di far scorrere l’acqua sotto di essa.
  2. Cerca poi di sbarrare l’acqua con la lingua in modo tale da permettere all’aria di entrare nei polmoni attraverso il boccaglio.
  3. Spingi l’acqua che si trova sotto la lingua nuovamente nel boccaglio e libera quest’ultimo soffiando fuori l’aria fresca appena inspirata.

Compensare la pressione

Più ti immergi in profondità, più aumenta la pressione nelle orecchie. Per minimizzarla chiudi il naso ed espira lentamente. In questo modo, mentre espiri l’aria arriva dietro le orecchie e compensa la pressione esercitata sul timpano.

Velocità

Vuoi vedere più pesci possibile? Allora dovresti nuotare lentamente, perché i movimenti veloci spaventano gli animali che vivono nell’acqua. Il modo migliore di spostarsi è a lievi colpi di pinna.

3049
Lunch inspired by @Migros summer recipes on sommer.migros.ch( Video on InstaStory!) // #objectifété #sogehtsommer
@wallaceblog 4. giugno 2017
1
Sommerlich farbig - Die kleine Nascherei für Zwischendurch...
#dessert #food #sweet #colors #sogehtsommer #fruchtig #fruits #nascherei #süß #summer #süss 📷@le_ronson #davidgeisser
Timeline Photos
@David Geisser 12. giugno 2017
468
Summer rule 1: Get your own @Migros doughnut, don't steal mine🌸 #objectifété #sogehtsommer
@wallaceblog 21. giugno 2017
Ecco come lasciarsi trascinare.

Troppo caldo? In questi fiumi puoi trovare refrigerio.

Troppo caldo? In questi fiumi puoi trovare refrigerio.

Aare

L’Aare è il fiume più lungo il cui percorso si snoda interamente in Svizzera ed è molto amato da nuotatori e famiglie. Ad Altreu, quartiere di Selzach nel Canton Soletta, la stazione balneare Sängli con la sua spiaggia di sabbia naturale e pianeggiante è perfetta per le famiglie. I nuotatori più esperti apprezzano il tratto dell’Aare che scorre in mezzo alla capitale. Lì però bisogna tenere conto della forte corrente.

Limmat

La Limmat attraversa il centro di Zurigo. Gli zurighesi si lasciano trascinare dall’acqua soprattutto nella zona del Letten. L’isoletta chiamata Werdinsel grazie alle sue rive tranquille è un angolino apprezzato dalle famiglie e dalle persone anziane. Buono a sapersi: nel centro città la corrente della Limmat è più forte.

Reno

Chi vuole farsi un giro della città di Basilea dovrebbe preparare il suo «pesce» (un sacco impermeabile apposito per il nuoto in cui sistemare oggetti di valore e vestiti) presso il ponte denominato Schwarzwaldbrücke (fermata Tinguely) e lasciarsi trascinare dalla corrente del Reno. Vicino ai numerosi bar che servono bibite e spuntini lungo la riva vi sono le uscite, ma ci si può anche lasciare trascinare fino al capolinea sotto il ponte Dreirosenbrücke.

Ecco come giocare a golf in tinello.

Il minigolf da salotto trasforma la tua casa in un campo da golf.

Il minigolf da salotto trasforma la tua casa in un campo da golf.

Ecco come imitare le gesta di Tiger Woods stando in casa

  • Cartoncini colorati
  • Rotoli vuoti di carta igienica e carta da cucina
  • Carta colorata e colla
  • Una pallina da ping pong per ogni giocatore
  • Nastro adesivo coprente largo da pittore
  • Pennarelli di diversi colori
  • Elenco dei punti
  • Mazze da golf di plastica (si possono usare anche mazze da hockey rivestite con dei calzini)

Istruzioni di gioco

  • Ritagliare dal cartoncino strisce larghe e numerarle
  • Incollare della carta colorata sui rotoli di cartone e numerarli
  • Incollare sul pavimento il nastro adesivo coprente da pittore
  • Incollare i rotoli di cartone sul pavimento coperto dal nastro adesivo. Si forma così un piccolo percorso: più rotoli diversi ci sono, più è difficile.
  • Colorare le palline con i pennarelli per distinguerle l’una dall’altra.
  • Contrassegnare con il nastro adesivo coprente da pittore il punto di partenza e di arrivo del percorso.

Si comincia!

Serve solo una mazza perché si gioca a turno. Ogni giocatore ha la sua pallina da ping pong. Il primo giocatore mette la sua pallina al primo ostacolo sulla linea di partenza e la colpisce con la mazza in modo da farla passare attraverso i tubi. Si annota su un foglietto il numero di colpi necessari affinché la pallina superi l’ostacolo: massimo cinque colpi per ostacolo. Poi tocca al secondo giocatore, e così via. Quando tutti i giocatori hanno superato l’ostacolo si passa a quello seguente. Chi non ce la fa con cinque colpi riceve cinque punti di penalità. Vince il giocatore o la giocatrice che alla fine del percorso ha totalizzato meno punti.

× Vicino